mercoledì 7 novembre 2012

Cinema Magazine


007: Skyfall                                                         


TRAMA
James Bond (Daniel Craig ) è a Istanbul per recuperare dei file top 
secret contenenti i nomi degli agenti inglesi sotto copertura.
Bond, durante l'inseguimento al ladro, cade da un treno dopo essere stato colpito dalla collega che lo supportava e viene creduto morto.
A questo punto a Londra il capo dell MI6 viene messo sotto inchiesta per negligenza mentre è costretta ad affrontare un grave attacco al centro stesso dell'Intelligence britannica.
Bond, nascostosi per alcuni mesi, è costretto a tornare alla base per aiutare M (Judi Dench) a far fronte a dei problemi che mai aveva dovuto affrontare prima.

RECENSIONE PERSONALE
Il 23° film della serie di 007, il terzo interpretato da Daniel Craig, ha chiaramente la volontà di essere un' opera di passaggio per il personaggio di Bond e per il mondo che rappresenta.
Nel film ci troviamo di fronte ad un' Intelligence senza più quel prestigio e quello stile che la contraddistingueva fino agli anni 90', anzi sembra quasi di osservare un vecchio rudere che con il passare degli anni si sta lentamente rovinando.
Un declino che coinvolge anche i personaggi più amati della serie come Bond e come M, i quali vengono additati come i principali responsabili di questa inesorabile discesa.
Insomma ci troviamo di fronte ad un Bond inedito che non cerca di essere freddo, professionale, distaccato, ma anzi si mostra un uomo come tutti gli altri che tenta in tutti i modi di salvare ciò che per lui è stata da sempre casa sua, identificandosi ancora di più con lo spettatore maschio che in alcuni film si sentiva quasi a disagio di fronte a cotanta virilità.
Il film sul piano della sceneggiatura e dei personaggi mantiene sostanzialmente il format degli ultimi 007, cioè delle opere con ambientazioni piuttosto cupe in cui si muovono dei personaggi molto più vicini alla realtà rispetto ai film degli anni 60' o 70'.
In conclusione direi che il film è da vedere, ma avverto i fanatici della serie che sicuramente dovranno ricordarsi che è un'opera di passaggio.


Nessun commento: